fbpx

Ivan Lo Cicero

ivan lo cicero

DIETA SENZA PRIVAZIONI

L’estate è alle porte e  come tutti gli anni veniamo costantemente bombardati su tutti i fronti: dalla pubblicità  alle riviste specializzate e non, dalla televisione e da tutti i media ingenere, dalle  ‘DIETE’ del momento.
Dalla dieta dello yougurt, la dieta del limone a quella dell’ananas e chi più ne ha più ne metta, l’obiettivo è quello: arrivare alla fatidica prova costume con qualche kg in meno e un carico di autostima proporzionalmente più pesante.
Anche in questo post, come nel precedente, cercheremo di sfatare il luogo comune che  fa della DIETA un concetto basato esclusivamente sulla privazione.
Facciamo qualche passo indietro: il termine DIETA viene dal latino ‘diaeta’ che letteralmente significa ”modo di vivere”, in questo senso il concetto di privazione non viene minimamente contemplato e ci riferiamo  a quello  più ampio di NUTRIZIONE come l’insieme dei processi biologici fondamentali per la sopravvivenza.
L’equivoco nasce probabilmente dall’accezione moderna che abbiamo dato al termine.
DIETA è, prima d’ogni altra cosa, avere uno stile di  vita sano in cui vengono contemplati tutti i nutrienti essenziali e contro regimi alimentari improvvisati, basati essenzialmente sulla rinuncia e  che spesso  sono solo prodotto delle ultimissime mode.
Secondo L’ISTUTUTE OF MEDICINE http://www.nationalacademies.org/hmd “chi completa i programmi di dieta perde, approssimativamente, il 10% del proprio peso corporeo, ma ne riacquista i due terzi entro un anno e il resto nei cinque anni successivi”.
Dieta dovrebbe significare prima d’ogni cosa nutrirsi in maniera più equilibrata senza proporre rimedi magici e regimi alimentari difficili da seguire, fare regolarmente attività sportiva, mangiare in modo sano, seguendo il più possibile il regime mediterraneo (di cui parleremo nel prossimo post) e potersi permettere qualche peccato di gola in totale tranquillità e senza nessun senso di colpa, perchè al di la della forma fisica, bisogna preservare la propria salute e la casa in cui ci è concesso di vivere, il nostro corpo.
 
Facciamolo nel migliore dei modi!

LA BILANCIA E IL PESO RELATIVO DEI SUOI NUMERI

 

image

Se hai paura che andando in palestra e facendo pesi tu possa ‘ ingrassare’ allora questo articolo fa proprio al caso tuo. Mi rivolgo a tutti ma in particolar modo a  quelle donne che rifiutano di allenarsi per timore di mettere peso. Innanzitutto occorre fare una distinzione tra MASSA GRASSA e MASSA MAGRA.

La massa grassa, è costituita in parte dalle cellule adipose mentre la massa magra è il tessuto muscolare ed è composto essenzialmente da acqua, circa il 60% .

Quest’ultima ha una grossa influenza sul funzionamento del metabolismo poiché più muscoli abbiamo più calorie bruciamo.

All’opposto abbiamo la massa grassa, poverissima d’acqua e che non aiuta allo smaltimento calorico.

Detto questo, aumentare la massa magra, quindi i muscoli, è un ottimo modo per apparire più magre e toniche.

Allora perché I NUMERI SONO RELATIVI? Una donna che passa dai 55 kg con parecchio grasso nel corpo, ai 58 kg (perdendo grasso e mettendo muscolo) alternando pesi e corretta alimentazione, risulterà molto più asciutta di quando ne pesava meno.

Quindi non fidatevi molto delle diete tanto propagandate dai media, o conosciute per passaparola, perché se è vero che la bilancia scende di qualche kg è altrettanto vero che non avrete dato un corretto equilibrio al vostro corpo, che sovente perde più muscolo che grasso e che equivarrà a rimettere tutto il peso e oltre, una volta interrotta la dieta.

Facendo pesi è possibile perdere cm su tutto il corpo, anche se la bilancia rimane allo stesso peso, perché il  voluminoso grasso viene sostituito da piccoli e tonici muscoli.

AUMENTARE non significa INGRASSARE

APPIATTIRE, TONIFICARE, DEFINIRE equivale ad AUMENTARE LA MASSA MUSCOLARE ed ELIMINARE GRASSO, quindi tutti in palestra!!!

Avevo dato un’occhiata al sito prima di presentarmi da Ivan per un allenamento. Ciò che viene scritto lì del personal trainer viene rispecchiato in maniera totale. Lui esegue il suo ruolo con professionalità, si vede che ama ciò che fa e la sua passione è travolgente. Dedica molta cura all’allievo, è meticoloso negli esercizi che fa svolgere e questo fa sì che l’allenamento dia già i suoi frutti istantaneamente. Ti si apre un mondo, sono davvero rimasto colpito molto positivamente. È un grande motivatore, altamente preparato, attento in ogni aspetto. Se poi ci metti dentro che è anche simpatico e di gradevole compagnia…lo suggerisco vivamente a chiunque. Provate anche solo un allenamento e sappiatemi dire. Grazie Ivan
Leggi tutte le recensioni Facebook

Giovanni Briguglio